sabato 20 dicembre 2014

7

Krumiri



Dolci, dolci e ancora dolci. Non riesco a proporvi altro...del resto, il natale per me è sinonimo di dolcezza! E allora ecco un’idea simpatica per i regali di natale: i krumiri. Il bello di questi biscotti è che durano un’eternità, circa sei mesi. Quindi potete prepararli in anticipo e confezionarli in vasetti di vetro o scatole di latta, infiocchettarli e regalarli. Nelle foto che vi propongo, sono presentati all'interno di bellissime cornucopie natalizie, opera della bravissima Eleonora ER Creazioni. Una simpatica idea alternativa anche alle classiche calze della Befana.
La ricetta dei krumiri è quella trovata sull'ultimo libro di Knam, rispettosa della versione originale di Domenico Rossi, risalente al 1870. La paternità gli è stata riconosciuta solo nel 1878 con un apposito documento dal sindaco di Casale Monferrato, lo stesso anno in cui morì il re Vittorio Emanuele II. Si dice che la forma dei krumiri sia proprio un omaggio al re, o meglio ai suoi inconfondibili baffi a manubrio.
Dosi per circa 55 krumiri:
280 g di burro
160 g di zucchero a velo
1 stecca di vaniglia (per me un cucchiaino di estratto divaniglia home-made)
9 tuorli
200 g di farina di mais fumetto
80 g di farina di nocciole
200 g di farina 00
5 g di sale
Lasciate il burro a temperatura ambiente per almeno 2 ore. Montatelo quindi con lo zucchero e la vaniglia e, quando sarà ben gonfio, unite lentamente i tuorli, uno alla volta. quando saranno tutti incorporati, aggiungete le farine e il sale, mescolando con un cucchiaio di legno.
Riempite con l’impasto ottenuto una sac-à-poche con bocchetta rigata e disegnate i biscotti su una placca ricoperta di carta da forno: la forma classica è quella di una V rovesciata.
Cuocete a 165°C per circa 15’ e sfornate quando i krumiri saranno perfettamente dorati. 

mercoledì 17 dicembre 2014

5

Crostata con orange curd e meringa dorata

-->
Tovaglietta Green Gate
...e tanti auguri a me.
Di solito mi piace il mio compleanno, adoro questo giorno al punto che ne vorrei altri 3 o 4 durante l'anno. Ma oggi non lo digerisco. E scommetto che anche l'anno prossimo sarà così. E quello dopo ancora. Adesso ditemi perchè mai dovrei voler compiere 37 anni. Non mi va e non mi conviene. Non voglio crescere ulteriormente. Per dire.
“Voglio tornare bambino, voglio annusare la Coccoina, voglio spalmarmi il Vinavil e poi togliermelo come se fosse una pellicina. Voglio usare i pennarelli per poi avere tutte le dita piene di piccole striscette colorate. Voglio rubare la merenda ai grandi. Voglio credere che il mio soldatino si sposti all'ultimo momento e schivi il proiettile. Voglio credere che l'astronauta è un lavoro che si può fare solo di notte, perché di giorno non ci sono le stelle per atterrare. Voglio credere che un mio amico è un mio amico per sempre, e non ti tradisce mai. Ma soprattutto voglio credere che Babbo Natale il carbone te lo porta solo se sei stato cattivo.” 
Fabio Volo - Esco a fare due passi
Ingredienti
Per la frolla, ho usato 400 g di questa che trovate qui (ricetta di E. Knam).
60 g di burro
60 g di zucchero per l’orange curd + 60 g per lo sciroppo + 70 g per la meringa
100 g di albume
1 uovo
4 tuorli
3 arance
1 limone
200 g di cioccolato fondente
100 g di panna fresca liquida
sale
Amalgamate con la frusta, senza montare, l’uovo e 4 tuorli, il burro fuso, 60 g di succo di arancia, 10 g di succo di limone, lo zucchero e la scorza grattugiata di un’arancia, raccolti in una baccinella adatta per il bagnomaria.
Cuocete il composto a bagnomaria fino a quando inizia a rassodarsi (ci vorranno 10 minuti ca). Togliete dal bagnomaria e continuate a mescolare ancora per 1’, poi versate la crema in una ciotola e lasciatela raffreddare prima a temperatura ambiente, quindi in frigorifero per almeno due ore (orange curd).
Stendete la frolla non troppo sottile; imburrare e infarinate una teglia con il fondo sollevato (da 28 cm) e copritela con la frolla. Riempitela con legumi secchi e infornatela a 180°C per 20’ ca. Togliete i legumi e rimettetela in forno per altri 5-6’, poi sfornatela, sformatela e fatela raffreddare.
Preparate la ganache al cioccolato portando a bollore la panna in un pentolino, quindi unite il cioccolato tritato e amalgamate con una frusta sino a quando la ganache non sarà del tutto emulsionata.
Farcite la crostata con la ganache al cioccolato e poi con l’orange curd.
Tagliate a filetti le scorze d’arancia, tuffatele per 10 secondi in un pentolino dove avrete fatto bollire 60 g di zucchero con 40 g di acqua. Scolatele e filtrate lo sciroppo.
Montate l’albume con un pizzico di sale, aggiungendo a filo lo sciroppo filtrato. Alla fine aggiungete anche 70 g di zucchero semolato (meringa). Raccoglietela in una tasca da pasticciere e con essa ricoprite la superficie della torta, sopra l’orange curd. Infornate la torta sotto il grill per pochi minuti (io quasi la facevo bruciare!), in modo che la meringa si colori appena. Guarnite infine con le scorze candite.

martedì 16 dicembre 2014

15

Ti regalo una ricetta: il Fiarone Molisano


Eccoci nuovamente al secondo appuntamento mensile con L'Italia nel Piatto. Il tema è Ti regalo una ricetta (scambio di ricette tra regioni). Devo confessarvi che mi sono sentita davvero emozionata. Riprodurre una ricetta di un'altra regione è stato davvero stimolante e divertente! A me è capitato il Molise, e dover scegliere tra le meravigliose ricette di Loredana è stata un'impresa a dir poco ardua. Tra le innumerevoli proposte ho scelto il Fiarone Molisano. Ho cercato di unire l'utile al dilettevole. Non si tratta di una ricetta tipica natalizia...ma poi mi son detta: perchè no? E' piaciuta talmente tanto che la ritroveremo sulle nostre tavole anche il giorno di Natale! No conventional christmas...
Quindi grazie Loredana!
Per la ricetta vi rimando direttamente al suo blog. L'unica mia variante è stata nella scelta della salsiccia e del formaggio. Ovviamente non potevo disporre di salsiccia secca molisana, per cui ho optato per della salsiccia lodigiana. E per il formaggio, ho sostituito quello fresco di pecora con dell'Asiago.




E ora un salto nelle altre regioni d'Italia:

Trentino-Alto Adige:  Gli spaghetti della vigilia a Palma Campania http://www.afiammadolce.it/2014/12/spaghetti-della-vigilia-palma-campania.html
  
Friuli-Venezia Giulia: Torrone di Tonara http://ilpiccoloartusi.blogspot.com/2014/12/ti-regalo-una-ricetta-torrone-di-tonara.html

Lombardia: Il Fiarone Molisano http://kucinadikiara.blogspot.com/2014/12/ti-regalo-una-ricetta-il-fiarone.html

Veneto:  Il Pandolce della Liguria http://ely-tenerezze.blogspot.com/2014/12/ti-regalo-una-ricetta-il-pandolce-della.html

Valle d'Aosta: Le pucce uliate http://atuttopepe.blogspot.com/2014/12/le-pucce-uliate-scambio-di-ricette-per.html

Piemonte: 

Liguria:   pasta ai profumi di Sicilia    http://arbanelladibasilico.blogspot.com/2014/12/litalia-nel-piatto-ti-regalo-una-ricetta.html

Emilia Romagna: Il torciglione umbro http://zibaldoneculinario.blogspot.com/2014/12/il-torciglione-umbro-per-litalia-nel.htm

Lazio: Husarenkrapfen http://beufalamode.blogspot.com/2014/12/husarenkrapfen-di-yrma-per-litalia-nel.html

Toscana: Tozzetti ai pistacchi, ricetta del Lazio http://acquacottaf.blogspot.com/2014/12/tozzetti-ai-pistacchi.html

Marche: Petrali:ricetta tipica della Calabria http://lacreativitaeisuoicolori.blogspot.com/2014/12/petrali-ricetta-tipica-della-calabria.html 

Abruzzo:Frustingolo ricetta tipica delle Marche
http://ilmondodibetty.blogspot.com/2014/12/frustingolo-ricetta-tipica-delle-marche.html

  
Molise: Coniglio in civet dal Piemonte http://lacucinadimamma-loredana.blogspot.com/2014/12/coniglio-in-civet-dal-piemonte-al.html

Umbria: Riso al latte dalla Lombardia http://amichecucina.blogspot.com/2014/12/riso-al-latte-dalla-lombardia-per.html

Campania:Aquacotta Toscana  http://www.isaporidelmediterraneo.it/2014/12/acquacotta-toscana.html

Puglia: Zuppa alla Valdostana http://breakfastdadonaflor.blogspot.com/2014/12/seuppa-la-valpellenentse-zuppa-alla.html

Calabria: Pampapato di Ferrara http://ilmondodirina.blogspot.com/2014/12/pampapato-di-ferrara.html

Sicilia: Gubana triestina http://burro-e-vaniglia.blogspot.com/2014/12/una-triestina-in-sicilia.html
 
Partecipate al nostro divertentissimo contest! 
Leggete il post con il regolamento che trovate nel blog. 


lunedì 15 dicembre 2014

8

Friggitelli ripieni al tonno e the winner is...



Se dovessi fare un resoconto, l'anno 2014 è stato meravigliosamente propizio per il mio blog. Infinite soddisfazioni, sotto ogni aspetto. Passettino dopo passettino, questo mio piccolo e modesto spazio, mi ha reso ogni giorno sempre più felice. E per una volta forse ha ragione Marta. Devo ringraziare solo me stessa e dirmi "brava Chiara". Non lo faccio mai, sono in costante critica con me stessa. Mi ripeto che posso fare di più, molto meglio. Si ma devo anche rendermi conto che per me non ci sarà mai la perfezione. Vorrò sempre qualcosa di più. Per cui oggi ho deciso di "accontentarmi" e godere di quello che sono riuscita a fare.
Sotto vi riporto l'ultima soddisfazione targata 2014. Le mie ricette sul blog di Angelo Parodi, e per tutto il mese di dicembre! Sono la foodblogger del mese! E se leggo i nomi di quelle che mi hanno preceduta, non posso che esserne onorata!
Ingredienti:
- 15 friggitelli
- 250 g di tranci di tonno Angelo Parodi
- 4 o 5 filetti di acciughe Angelo Parodi
- un uovo
- pangrattato
- olio extra vergine di oliva
- sale
- prezzemolo
- peperoncino
Realizzazione:
Lavare e pulire i friggitelli, avendo cura di togliere tutti i semi ed i filamenti interni; tenere da parte la calotta.
In una ciotola unire il tonno ed il pangrattato, condire con olio, sale, peperoncino e prezzemolo. Aggiungere un uovo ed amalgamare gli ingredienti fino ad ottenere un composto compatto. Per rendere il sapore più intenso aggiungere qualche filetto di acciuga sminuzzato.
Accendere il forno a 200° ed attendere che arrivi a temperatura, nel frattempo riempire i friggitelli, forare il fondo e riporre la calotta su ognuno usando uno stuzzicadenti; riporli in una teglia da forno ed aggiungere un filo d’olio in superficie per renderli croccanti.
Infornare per 30 minuti e servire caldi o freddi.


Piatto in porcellana Store Montemaggi

E ora i tre vincitori del contest "Una LENTICCHIA...tira l'altra" realizzato in collaborazione con Melandri Gaudenzio:

1° PREMIO

Unavnelpiatto - Sformato di riso, lenticchie beluga e zucca



2° PREMIO

Giulillustratrice - Zuppa di lenticchie, patate viola e zenzero



3° PREMIO

Pixelicious - Capesante al lardo di colonnata su passatina di lenticchie di Castelluccio

Complimenti alle tre vincitrici!!! Aspetto un'email con i vostri dati per la spedizione dei premi! :-)

mercoledì 10 dicembre 2014

10

Spaghetti ai 4 pomodori: passata, pelati, ciliegini e pomodori secchi

-->

Ho sempre avuto una scarsa stima di me stessa, fin da quando ero bambina. Eppure a scuola me la sono sempre cavata bene, e da sola. Stessa cosa una volta entrata nel mondo del lavoro. Mi sono sempre fatta valere e rispettare per la mia professionalità. Eppure c'era sempre (e c'è tutt'ora) chi sosteneva che non ero nient'altro che una paraculo. Che la mia è solo fortuna. Anche per il blog. Stessa storia. E la mia autostima, come un'altalena, a volte tocca le stelle, a volte il fondo nero più nero. Eppure ho fatto tutto da sola. Devo solo ringraziare mia mamma che mi ha insegnato tutto e mi dà tutt'ora consigli. Ma c'è sempre chi, probabilmente spinto dal fatto che non ha niente di interessante da fare, maligna (rigorosamente alle spalle) e muore d'invidia. E non parlo di altre foodblogger, sia chiaro. E a questa persona dedico la mia posizione in classifica! Guardala e rosica come solo tu sai fare.
A tutti gli altri, invece, dedico questi velocissimi spaghetti lastminut! Gustosissimi, da provare!
Vediamo come preparare gli Spaghetti ai 4 pomodori: passata, pelati, ciliegini, e pomodori secchi 

Ingredienti per 3 persone:
200 g di spaghetti
50 g di speck a fettine
½ cipolla
6 pomodori secchi Zuccato
100 ml di passata di pomodoro
2 pomodori pelati
10 pomodori ciliegini
peperoncino
sale


Rosolare lo speck in una padella senza olio. Una volta cotto aggiungere la cipolla tagliata a dadini e i pomodori secchi tagliati a pezzetti
(per risultati ottimali, vi consiglio di utilizzare i
pomodori secchi Zuccato).  Far cuocere questo ricco soffritto per circa 10’. Aggiungere la passata, i pelati e i pomodori ciliegini tagliati a metà. Regolare di sale, aggiungere il peperoncino e far cuocere a fuoco moderato per circa 20’ a tegame coperto. Nel frattempo, lessare gli spaghetti in abbondante acqua salata, scolarli e saltarli nel sugo.
Ultima cosa ma non per questo meno importante. Pensavate che me ne fossi scordata, vero? Invece no...
Si è concluso il contest "Una LENTICCHIA...tira l'altra" realizzato in collaborazione con Melandri Gaudenzio. Avete realizzato TUTTI, dal primo all'ultimo, ricette fantastiche ed originali. Non era facile, ma siete riusciti a stupirci! Quindi, prima di tutto, grazie a tutti i partecipanti. Di seguito riporto i semi-finalisti (decretati dalla mia dolce metà, quindi per qualsiasi cosa prendetevela con lui...). I tre vincitori verranno comunicati la prossima settimana.
Unavnelpiatto - Sformato di riso, lenticchie beluga e zucca
Q.B. Quanto Basta - Veggie burger di lenticchie
Un giorno senza fretta - Risotto d'autunno
Dolcemente inventando ovvero i pasticci di Ale - Veggie burger alle lenticchie e cumino con salsa egiziana theina
Il pomodorino confit - Insalata tiepida e croccante di lenticchie e finocchi
Pixelicious - Capesante al lardo di colonnata su passatina di lenticchie di Castelluccio
Giulillustratrice - Zuppa di lenticchie, patate viola e zenzero
Idee in pasta e in pentola - Polpette di bulgur con crema di lenticchie
La cuocherellona - Millefoglie di lenticchie con crema ai lupini
Le ricette di Donna Vale - Riso integrale con lenticchie, peperoni, cipolle caramellate e noci
Con grano di sale - Crema di lenticchie all'arancia con orzo e germogli di soia
Fatemicucinare!!! - Crema di lenticchie con polpo, cozze e pomodorini
Magda Polenghi - Polpette di lenticchie e patate
Agenda di Nico - Polpette di lenticchie e cous cous
Zampette in pasta - Hamburger di lenticchie
Le ricette di Claudia e Andre - Rotolini di vitello con prosciutto ed emmental su letto di lenticchie
La forchetta e il coltello - Tagliatelle alle lenticchie di UStica con broccoletti siciliani e speck               
Related Posts with Thumbnails